Creare un ebook, venderlo e guadagnare online: la guida completa

Ho provato a scrivere il mio primo ebook nel 2013. E non ci sono riuscito.

Impari a scrivere alle elementari. Ma completare un ebook è una sfida ben diversa.

Dopo quel primo fallimento c’ho riprovato ancora. E i risultati sono stati migliori.

Non solo ne ho completati diversi (uno ormai è la “Bibbia” di Italian Indie), ma li ho pure venduti.

Stai mettendo mano a quel libro nel cassetto? Vuoi vendere il tuo ebook online? 

Questa guida ti accompagna nell’intero processo.

Tabella dei Contenuti

Perché creare un ebook per guadagnare online?

Beh per guadagnare con un sito web, ovvio.

Gli infoprodotti sono un’ottima soluzione in questo senso. Si tratta di contenuti formativi (audio, video, testi…) che risolvono un problema del cliente. Per esempio: un video-corso all’uso di Photoshop, un metodo di allenamento per addominali scolpiti, un libro di ricette.

Gli ebook appartengono a questa categoria, e hanno alcuni vantaggi particolari.

1. La spesa per creare un ebook è quasi nulla

Per creare e vendere un ebook hai bisogno di:

  • un computer per scriverlo,
  • un programma per il design,
  • uno o più siti per distribuirlo online.

Tutti e quattro i punti possono essere soddisfatti gratis o con una percentuale sulle vendite, per l’ultimo punto. 

In pratica, già nella settimana del lancio, il tuo ebook sarà profittevole (escludendo le ore spese per scriverlo).

2. Niente complicazioni tecniche per la vendita

Oggi invece, pubblicare online il tuo ebook è una questione di minuti. Vedremo più avanti le piattaforme che ti si occupano di questa attività.

Non devi più occuparti di tecnicismi per implementare assurdi carrelli elettronici. Le tue uniche preoccupazioni saranno la scrittura e il marketing.

3. Puoi adeguare il lavoro alla tua disponibilità di tempo

Se sei un indipendente con mille impegni, avrai i minuti contati.

Per fortuna un ebook si adegua alle tue esigenze. Puoi scriverlo un po’ alla volta nei ritagli di tempo. Oppure ti prendi una settimana per lavorarci non stop. Dato che ti basta un computer hai la massima flessibilità. 

Come avere l’idea per un ebook che sfonda

Scrivi un ebook per guadagnarci qualcosa. Perciò devi trovare un argomento che porti vendite. Come?

Un prodotto (qualsiasi prodotto, inclusi gli ebook) è interessante per i clienti, se risolve uno o più dei loro problemi.

Ma come scopri le sofferenze delle persone?

Ecco i modi più efficaci per riuscirci.

1. Trova le domande più scottanti

Le community online nascono dall’esigenza di scambiarsi aiuto e consigli. Un qualsiasi gruppo Facebook è la rappresentazione pratica di questa necessità.

Quasi ogni post in una community online parla di un problema. Frequentandole troverai un sacco di spunti per il tuo ebook.

Procedì così.

  1. Iscriviti a tutti i gruppi Facebook, forum, ecc., relativi ai temi che ti appassionano.
  2. Individua le domande più frequenti e quelle più sentite (le riconosci dalle parole usate).
  3. Segnati queste idee, sono ottimi spunti per il tuo ebook.

Un ebook che risponde a queste domande ha un’elevata probabilità di successo.

2. Ruba dai concorrenti

Come capisci senza ombra di dubbio quali sono i problemi più rilevanti per i clienti? 

Guarda su cosa spendono. 

Hai una lista di possibili problemi da affrontare sul tuo ebook. Per quali di questi ci sono già dei libri concorrenti? 

Quali sono dei bestseller?

Per capirlo:

  • vai su Amazon, nella sezione “libri”,
  • apri la pagina dei bestseller nella categoria in cui vuoi pubblicare,
  • guarda quali argomenti trattano i libri più venduti.

 

3. Sfrutta il tuo pubblico

Con un seguito online diventa più semplice sia la vendita che la scelta dell’argomento del tuo ebook.

Con un sito e dei contenuti pubblicati, puoi capire le esigenze del tuo pubblico in questi modi:

  • domande nei commenti ai tuoi articoli,
  • domande via email,
  • risposte a un sondaggio,
  • chiaccherate al telefono o su Skype con i più affezionati,
  • richieste dai clienti,
  • domande e discussioni sui tuoi profili social,
  • domande nella tua community.

Se parti dalle loro esigenze la vendita sarà più semplice.

E le informazioni che ottieni ti aiutano anche con tutte le tue attività di marketing.

Come scrivere un ebook in fretta

Ecco, ADESSO è il momento di scrivere.

Quante bozze incomplete di ebook hai sul tuo hard disk? Ogni volta che ci hai provato ti sei arenato. È un lavoro troppo lungo, richiede ordine e disciplina.

Se procedi con metodo:

  • riduci gli sprechi,
  • sai sempre cosa fare,
  • e lo completi prima. 

1. Prima della scaletta scrivi un prospetto

L’ho visto succedere all’infinito. Un indipendente parte con un’idea per un ebook.

All’inizio sembra tutto semplice, ma dopo un po’ il progetto risulta più complicato del previsto. E più passa al tempo meno chiare sono le sue idee. 

Evita questo ostacolo con un prospetto. È una tecnica che usiamo per ogni infoprodotto di Italian Indie. In ogni momento ci dà una mappa per procedere nello sviluppo di tutti gli elementi chiave di un ebook (le sue caratteristiche, i benefici, l’unicità, etc.).

Abbiamo un manuale dedicato a questa metodologia: Infoprospetto. L

In ogni caso, come minimo definisci nero su bianco 2 elementi chiave:

  • il problema dei tuoi lettori,
  • il risultato che gli prometti.

Con questi due elementi puoi passare alla scaletta. 

2. Creazione della scaletta

Nella scaletta definisci tutti i contenuti necessari per portare il lettore dal problema al risultato promesso.

Quando hai definito i temi principali passa alla struttura dell’ebook. 

  1. Elenca i titoli delle sezioni, parti o capitoli principali (di solito sono una manciata).
  2. Per ogni sezione o capitolo, elenca i “sottocapitoli”.
  3. Per ogni sottocapitolo elenca i vari argomenti che andrai a trattare.

Non lasciare fuori niente. Devi definire il più possibile gli argomenti che tratterai nell’ebook.

La scaletta determina cosa scrivere. Così, quando scrivi, devi solo pensare al come.

Ad esempio, immagina di scrivere un ebook sulla perdita di peso. Decidi quali workout includere in questa fase. Così quando scrivi la bozza ti concentri solo sul testo.

3. Stesura della bozza

Ora è il momento più atteso. È il momento di battere le tue dita sulla tastiera. Mi raccomando, scrivi la bozza il più in fretta possibile:

  • segui la scaletta alla lettera,
  • non correggere mentre scrivi,
  • non inserire link, immagini, riferimenti,
  • se hai un dubbio, lascia una nota per la prima rilettura.

Lo scopo è finire una bozza completa il prima possibile. Dai per scontato che ci saranno un sacco di errori.

I testi vanno lasciati maturare. Anche solo poche ore dopo, ti accorgerai di un’infinità di possibili miglioramenti. In fase di scrittura, non hai ancora la visione completa del testo. Inoltre, il tuo subconscio lavora anche mentre sei lontano dal testo. Svilupperà nuovi concetti o migliorerà quelli già scritti.

4. Che strumenti usare per la scrittura?

L’esperienza più bella di scrittura per me è quella  con Bear. La puoi usare solo su Mac. È gratis se la usi solo su un terminale. Altrimenti con la versione a pagamento ce l’hai sincronizzata su tutti i tuoi dispositivi.

Ma hai anche opzioni 100% gratuite come Google Drive. Dal punto di vista tecnico ha dei vantaggi notevoli rispetto a Bear:

  • è gratis.
  • puoi usarlo da qualsiasi computer.
  • puoi condividere gli articoli con chiunque in due clic,
  • puoi inserire commenti nel testo, utili per te o altri collaboratori.

5. Rileggere, rileggere, rileggere…

Finita la stesura della bozza, arriva un momento terribile. Devi rileggere il tuo ebook. E una singola rilettura non basta mai. 

Prima di metterti all’opera, lascia passare un giorno. Forse anche qualcosa di più.

In genere 3 riletture sono un buon numero.

Con la prima verifichi il flusso delle informazioni. Ci sono tutti i concetti? Sono spiegati in modo chiaro?

Al secondo giro verifichi gli errori di battitura e le frasi troppo complicate.

Infine con la terza revisione effettui un controllo finale.

Design di un ebook per non-designer

Il design, specie quello della copertina, non è irrilevante.

Una grafica accattivante attira l’attenzione del cliente. E ti aiuta a vendere il tuo ebook.

Per il design hai due opzioni:

  • lo deleghi,
  • ti arrangi.

1. Delega il design del tuo ebook

La delega è l’opzione più semplice:

  1. trovi un designer,
  2. gli spieghi di cosa hai bisogno,
  3. lo paghi e ottieni la tua bella copertina.

Questi sono alcuni siti in cui cercare il tuo prossimo designer: FiverrUpwork, Freelancer99Designs e DesignCrowd, (questi ultimi due in genere sono più costosi ma anche più specializzati).

In ogni caso, è fondamentale la descrizione del progetto, il designer non legge i tuoi pensieri. Dagli ogni singolo dettaglio necessario per capire i tuoi requisiti.

2. Crea da solo il design del tuo ebook

Non avrai un risultato ultra professionale, ma risparmierai una spesa. 

Per creare il tuo design:

  1. parti da un’immagine gratuita che trovi su siti come Unsplash o Pexels,
  2. vai su Canva,
  3. clicca sul pulsante “Create a design”,
  4. scegli un template adeguato per una cover,
  5. scegli nella barra a sinistra un layout di cui ti piaccia lo stile del testo (non importa se c’è più testo di quello che ti serve, potrai rimuoverlo),
  6. sostituisci l’immagine del template con quella che avevi scaricato,
  7. modifica il testo in base alle tue esigenze.

Come pubblicare e vendere online il tuo ebook

Qui le difficoltà tipiche sono:

  1. come vendere un ebook sul tuo sito,
  2. come consegnarlo in automatico al cliente,
  3. come inviare la ricevuta in automatico,
  4. come rendere disponibile l’ebook su Amazon.

Su Italian Indie vige la regola zero degli indipendenti:

MAI complicarsi la vita per niente!

Se vuoi soluzioni articolate con millemila plugin… Arrangiati.

Se vuoi la soluzione semplice e veloce continua a leggere.

L’obiettivo è rendere disponibile l’ebook sul tuo sito e/o sul Kindle Store di Amazon.

Ecco come procedere in entrambi questi casi.

1. Come vendere il tuo ebook sul tuo sito tramite Gumroad

Questa soluzione è il modo migliore per massimizzare i profitti. Anzi, può essere l’intera base della tua attività se hai un’audience sufficientemente estesa e pronta a comprare. Per vendere direttamente un ebook, ti serve:

  • una pagina in cui lo presenti e inserisci il pulsante per comprare,
  • un carrello elettronico, attraverso cui il cliente può pagare,
  • un sistema automatico per consegnare l’acquisto
  • la creazione automatica della ricevuta.

Il primo punto è facile. Ogni software per la creazione di siti web ti permette di creare nuove pagine con un pulsante. Non hai ancora un sito? Puoi creare una semplice pagina di presentazione dell’ebook con Gumroad.

E sempre con Gumroad puoi gestire l’intero processo di vendita. Questo servizio ti mette a disposizione:

  • un carrello elettronico, attraverso cui il cliente può pagare,
  • un sistema automatico per consegnare l’acquisto
  • la creazione automatica della ricevuta.
Eccoti un tutorial ultra-dettagliato all’uso di questo servizio: Come vendere online con Gumroad (senza complicazioni tecniche)

La procedura da seguire per mettere in vendita il tuo ebook attraverso Gumroad è questa:

  1. ti iscrivi gratis,
  2. inserisci le informazioni necessarie per i pagamenti,
  3. carichi il file del tuo ebook,
  4. ricevi un link al carrello elettronico,
  5. inserisci il link nel pulsante della pagina di vendita (se non usi quella nativa di Gumroad),
  6. incassi!

Per i visitatori del tuo sito acquistare l’ebook sarà una passeggiata:

  1. cliccano sul pulsante d’acquisto,
  2. inseriscono i dati della carta di debito o credito,
  3. confermano il pagamento,
  4. ricevono un’email con il link per scaricare l’ebook.

Tutto questo è automatico. Gumroad incassa e ti gira i guadagni una volta a settimana sul tuo conto PayPal.

Questa magia ha un piccolo costo, ovvio. Il servizio di Gumroad costa una percentuale degli introiti.

Se usi la versione gratuita del servizio, pagherai su ogni vendita l’8,5% + $0.30. Magari ti sembra molto, ma sono incluse le commissioni Paypal. Anche arrangiandoti questo costo ti tocca comunque.

Se invece paghi a Gumroad un fisso mensile di 10$, le commissioni precipitano: 3.5% + $0.30 su ogni transazione. Noi abbiamo attivato subito questa opzione.

Gumroad si occupa anche della ricevuta. Infatti, i clienti effettuano il pagamento a Gumroad, non a te. A te basterà emettere una fattura settimanale quando ricevi il tuo incasso.

2. Come pubblicare il tuo ebook su Kindle Store

Il vantaggio di vendere su Amazon è evidente: il numero di persone che cerca libri lì è gigantesco. Per questo vendiamo Maledetti Indecisi sul sito di Italian Indie con Gumroad e anche sul Kindle Store. Pubblicare attraverso Kindle Direct Publishing è gratuito.
  1. Vai qui: https://kdp.amazon.com/it_IT/
  2. Iscriviti.
  3. Segui passo passo tutte le istruzioni.

Il prossimo passo

Chiudi gli occhi. Pensa alla tua prossima vacanza. Sei in spiaggio sulla sdraio ad ammirare la bellezza che hai intorno.

Una bella sensazione, no?

Ok, aggiungiamo un dettaglio. Mentre sei lì, in spiaggia, “ping” il cellulare squilla. Qualcuno ha comprato il tuo ebook. Un bell’upgrade alla tua vacanza, vero?

Il prossimo passo è più facile di quel che immagini:

  • scegli l’argomento da trattare,
  • crea un prospetto,
  • definisci la scaletta,
  • scrivi,
  • rileggi,
  • pubblica il tuo ebook con Gumroad e/o sul Kindle Store.
Ogni passo richiede del tempo. Ma se ci lavori ogni giorno i progressi sono inevitabili.

Gli ultimi articoli pubblicati

Iscriviti e ricevi la newsletter: Idee Sicure

Inserisci la tua migliore email.

Ti iscriverai gratis alla nostra newsletter e riceverai concetti affidabili, estratti dai migliori libri, articoli e podcast di business.

Iscriviti e scarica il manuale

Inserisci la tua migliore email.

Ti iscriverai alla nostra newsletter e riceverai gratis il manuale “Perché i clienti ti ignorano?”

Lead magnet problema