Creare un ebook, venderlo e guadagnare online: la guida per i produttori di conoscenza

Creare un ebook è il modo più rapido per diventare un produttore di conoscenza.

C’ho provato per la prima volta nel 2011, e non ci sono riuscito. Ero incerto sull’argomento e tutta la parte tecnica mi lasciava in preda al panico.

Ma nel tempo sono migliorato e a Dicembre 2021 ho creato un ebook in sole 24 ore. E i clienti l’hanno pure apprezzato!

Qui sotto ti spiego come:

  • scrivere il tuo ebook,
  • pubblicarlo online,
  • e venderlo!

Come creare un ebook e venderlo

Indice

Creare un ebook: argomento, prezzo e lunghezza ideali

Partiamo da 3 questioni strategiche.

1. Come scegliere l’argomento giusto per il tuo ebook

Il tuo ebook deve risolvere un problema del pubblico.

L’ideale qui è avere una lista email. In questo modo puoi valutare con facilità l’interesse dei tuoi iscritti per un particolare argomento.

In alternativa guarda quali problemi affrontano i concorrenti. Qui torna comodo Amazon con tutte le sue recensioni.

Quelle ti aiutano a capire l’apprezzamento da parte dei clienti.

Se un ebook sulla gestione del tempo ha un sacco di recensioni, lì c’è un reale problema per i lettori.

Hai un modo per rendere unico il tuo approccio a quel medesimo argomento? Se la risposta è “”, hai un tema valido per il tuo prossimo ebook.

2. Come decidere il prezzo per il tuo ebook

Qui entriamo nelle strategie di pricing e ci sono due valutazioni chiave:

  1. dove venderai il tuo ebook,
  2. qual è il suo ruolo rispetto agli altri tuoi prodotti.

Prima però una premessa: un contenuto testuale non ha in assoluto un prezzo minimo o massimo.

Online trovi ebook da 0,99€ e fino a oltre 500€. Il formato del contenuto NON definisce mai il prezzo massimo o minimo di un prodotto di conoscenza.

Se il tuo ebook risolve un problema insopportabile per il cliente, lui pagherà volentieri una cifra enorme. Chiaro, un prezzo alto richiede una dose maggiore di giustificazione.

Questo discorso salta, se vendi su Amazon o un e-commerce analogo. Lì tutti gli autori offrono i loro ebook a un prezzo inferiore ai 30€. Il cliente su quella piattaforma si aspetta certe cifre. Superare quella soglia psicologica è una sfida inutile.

Come autore emergente per vendere il tuo ebook sopra ai 10€, sfrutta il tuo sito.

L’altro aspetto da considerare sono gli altri tuoi prodotti di conoscenza.

Maledetti Indecisi è il nostro punto d’ingresso ideale per un nuovo cliente, quindi il prezzo è sotto ai 5€.

Potevo venderlo a 40€? Sì, ma a quel punto non era più un acquisto senza rischi anche per un nuovo cliente.

Questa è la scelta chiave piazzi il tuo ebook come un entry-level? Una vendita senza rischi per acquisire nuovi clienti?

Oppure lo sfrutti per massimizzare i guadagni, grazie al supporto dei tuoi fan più fedeli?

L’ideale è avere sia prodotti più economici che offerte più costose.

3. Quanto deve essere lungo un ebook

Questo parametro è irrilevante. Nella maggior parte dei casi il cliente in fase d’acquisto non conosce la lunghezza del tuo ebook.

E dopo l’acquisto vuole ottenere al più presto il risultato promesso. Quindi, qual è la lunghezza ideale?

Risposta: “Il minimo indispensabile”.

Se allunghi il brodo con riempitivi inutili, il lettore si annoia. Quindi non completa la lettura. Quindi non ottiene il risultato sperato. E QUINDI è insoddisfatto del suo acquisto!

Porta il lettore nel minor tempo possibile al risultato promesso. Avrai un cliente soddisfatto e pronto per un nuovo acquisto.

Come scrivere un ebook

Partiamo dagli strumenti. Te ne serve solo uno: Google Doc.

È un editor di testi. Puoi creare un account gratis qui: https://www.docs.google.com/

Ti servirà per scrivere i testi, ma anche per tutte le fasi successive. Se finora non l’hai mai usato, ti sei perso uno strumento comodissimo.

Ora passiamo alla scrittura vera e propria.

Prima di scrivere la scaletta crea un prospetto

Succede ogni volta.

All’inizio sembra tutto semplice. Poi saltano fuori le prime complicazioni. E più passa al tempo meno chiare sono le sue idee.

Per questo ti serve un prospetto. Ti dà una mappa per procedere nello sviluppo di tutti gli elementi chiave di un ebook (le sue caratteristiche, i benefici, l’unicità, etc.).

Su Italian Indie lo usiamo per ogni prodotto di conoscenza, e qui ti spiego come funziona: Infoprospetto.

In ogni caso, assicurati di definire nero su bianco i 2 elementi chiave:

  • il problema dei tuoi lettori,
  • il risultato che gli prometti.

Con questi due elementi puoi passare alla scaletta.

Creazione della scaletta

Nella scaletta definisci tutti i contenuti necessari per portare il lettore dal problema al risultato promesso.

Quando hai definito i temi principali passa alla struttura dell’ebook.

  1. Elenca i titoli delle sezioni, parti o capitoli principali (di solito sono una manciata).
  2. Per ogni sezione o capitolo, elenca i “sotto-capitoli”.
  3. Per ogni sotto-capitolo elenca i vari argomenti che andrai a trattare.

Non lasciare fuori niente. Devi definire il più possibile gli argomenti che tratterai nell’ebook.

Ad esempio, immagina di scrivere un ebook sulla perdita di peso. Decidi quali workout includere in questa fase. Così quando scrivi la bozza ti concentri solo sul testo.

A questo punto puoi scrivere l’ebook.

Scrivere il testo

È il momento di battere le tue dita sulla tastiera. Mi raccomando, scrivi la bozza il più in fretta possibile:

  • segui la scaletta alla lettera,
  • non correggere mentre scrivi,
  • non inserire link, immagini, riferimenti,
  • se hai un dubbio, lascia una nota per la prima rilettura.

Termina la bozza completa il prima possibile. Poi lasciala “maturare”.

Anche solo poche ore dopo, ti accorgerai di un’infinità di possibili miglioramenti. In fase di scrittura, non hai ancora la visione completa del testo. E in questa pausa tra la stesura e la rilettura, hai l’occasione di strutturare meglio tutte le idee.

Rileggere il testo

Prima di metterti all’opera, lascia passare un giorno. In genere 3 riletture sono un buon numero.

Con la prima verifichi il flusso delle informazioni. Ci sono tutti i concetti? Sono spiegati in modo chiaro?

Al secondo giro verifichi gli errori di battitura e le frasi troppo complicate. Infine con la terza revisione effettui un controllo finale.

Il mio “trucco” per velocizzare questo processo è l’uso dell’Italiano Persuasivo.

Creare un ebook: formattazione e design

Google Drive ti permette di gestire in scioltezza tutti gli aspetti grafici del tuo ebook.

Titoli e sottotitoli

Usa la funzione Stili paragrafo per impostare le tue intestazioni.

Seleziona il titolo di un capitolo e clicca su Intestazione 1, o Intestazione 2 per i sotto-capitoli

Intestazioni Google Doc

Con le altre funzioni del menù puoi modificare il font di ogni parte del testo.

Indice e numeri di pagina

Per l’indice dell’ebook ti basta un clic sulla funzione Sommario. E lo stesso vale per i numeri delle pagine.

Sommario e Numeri di Pagina su Google Doc

La copertina per il tuo ebook

Tieni presente che nella maggior parte dei casi i clienti non comprano il tuo ebook per la sua copertina.

La differenza la fa il rapporto di fiducia tra di voi e il tuo copy. Per esempio sulla pagina di vendita di Lead Zen nessuno vede la copertina. Ma i clienti l’hanno comprato volentieri, lo stesso.

Se rientri in questa situazione limitati a un titolo sulla prima pagina del tuo Google Doc.

Poi usa la funzione Interruzione di pagina per separare il resto del testo.

Ma in certi casi (per esempio su Amazon) la copertina conta. A quel punto hai due opzioni:

  • deleghi il lavoro,
  • o ti arrangi.

La delega è l’opzione più semplice: trovi un designer e fine.

Puoi cercarne uno su Upwork o su uno degli altri marketplace per freelance.

In alternativa te ne occupi tu con Canva.

Creare la copertina di un ebook con Canva

Non avrai un risultato ultra professionale, ma risparmierai una spesa. E su Canva trovi un sacco di ottimi template pronti all’uso per arrivare comunque a un risultato gradevole.

Come creare un ebook online: gratis

Quando hai il testo pronto su Google Doc il grosso del lavoro di creazione è terminato. A questo punto con due click avrai il tuo ebook in formato PDF e EPUB.

Creare un ebook in formato PDF

Apri il Google Doc con il testo formattato del tuo ebook.

Clicca su File, poi su Scarica e infine su Documento PDF (.pdf).

Creare un ebook in pdf

Fine hai creato il tuo ebook in formato PDF.

Con gli EPUB è la stessa cosa.

Creare un ebook in formato EPUB

Di nuovo, vai su File, poi su Scarica e questa volta seleziona Publicazione EPUB.

Anche qui: operazione compiuta hai creato il tuo ebook in formato EPUB!

Con Amazon ci vuole un po’ più di lavoro.

Come vendere ebook sul tuo sito

Questa opzione ti offre maggiore controllo sul processo di vendita

Avrai bisogno di:

  • una pagina in cui lo presenti e inserisci il pulsante d’acquisto,
  • un carrello elettronico, attraverso cui il cliente può pagare,
  • un sistema automatico per consegnare l’acquisto.

Gli strumenti migliori per vendere il tuo ebook

Puoi gestire tutte queste operazioni con Gumroad.

Io però preferisco creare delle pagine di vendita con strumenti specifici come Elementor. In alternativa qui trovi una selezione dei migliori strumenti per le landing page.

Per gli altri passaggi ci sono millemila piattaforme per vendere corsi o ebook online. Ma ti consiglio Gumroad per la sua semplicità. In più non ha costi fissi.

Qui trovi un tutorial completo per usarlo Gumroad: la piattaforma più comoda per vendere i tuoi infoprodotti digitali.

Il sistema si occupa di:

  • incassare i pagamenti,
  • gestire la consegna dell’ebook,
  • emettere la ricevuta o fattura ai clienti (su questo confrontati comunque con il tuo commercialista).

Tutto questo è automatico. Gumroad incassa e poi ti gira i guadagni una volta a settimana.

La risorsa chiave per vendere ebook come produttore di conoscenza

Sto parlando della lista email.

Il modello di business per un produttore di conoscenza è Visitatori → Iscritti → Clienti:

  1. attiri visitatori sul tuo sito,
  2. li converti in iscritti alla tua lista email,
  3. questi poi diventano clienti quando comprano i tuoi ebook o altri prodotti di conoscenza.

Ogni tanto forse qualcuno atterrerà per caso sulla tua pagina di vendita e compra d’impulso. Ma parliamo di una minoranza, della minoranza. In gergo tecnico si parla di “botta di fortuna”.

Se non hai ancora almeno 1.000 iscritti, metti la lista email al primo posto nelle tue priorità.

Ti servirà:

  • per coltivare il rapporto con il tuo pubblico,
  • avere un canale sempre aperto di comunicazione con loro,
  • promuovere i tuoi prodotti di conoscenza.

La lista email è fondamentale anche se punti alla vendita su Amazon.

Creare un ebook e venderlo su Amazon

Qui ci saranno più passaggi, ma ti guideranno loro nel processo.

Per cominciare, vai su  https://kdp.amazon.com/it_IT/. Iscriviti al programma Kindle Direct Publishing poi segui tutte le tutte le istruzioni successive.

Come pubblicare un ebook sul kindle store

All’interno della piattaforma potrai gestire tutto il processo di pubblicazione e vendita. In più potrai organizzare periodiche promozioni del tuo ebook su Amazon.

Non aspettarti miracoli, però.

Anche su Amazon gli ebook che vendono di più, sono quelli degli autori con una lista email alle spalle. Tramite quel canale danno la spinta iniziale e ricevono le prime fondamentali recensioni.

Il prossimo passo per creare un ebook

Chiudi gli occhi. Pensa alla tua prossima vacanza. Sei in spiaggio sulla sdraio ad ammirare la bellezza che hai intorno.

Una bella sensazione, no?

Ok, aggiungiamo un dettaglio. Sei in spiaggia e il cellulare squilla… Qualcuno ha comprato il tuo ebook! Un bell’upgrade alla tua vacanza, vero?

Il prossimo passo è più facile di quel che immagini:

  • scegli l’argomento da trattare,
  • crea un prospetto,
  • definisci la scaletta,
  • scrivi,
  • rileggi,
  • pubblica il tuo ebook con Gumroad e/o sul Kindle Store.

Non ci piove, ogni passo richiede del tempo. Lavoraci un po’ ogni giorno e i progressi saranno inevitabili.

Samuele Onelia

Samuele Onelia

Ho scritto il libro più breve sul copywriting: Maledetti Indecisi. Niente lungaggini. Lo leggi in 46 minuti.

Hai già un tuo corso online?

Creane uno e diventa anche tu un produttore di conoscenza.
Scopri come iscrivendoti al nostro corso email gratuito.

Iscriviti
Notificami
guest
6 Commenti
Inline Feedbacks
Mostra tutti i commenti
favoribahis
favoribahis
8 mesi fa

thank you favoribahis

Valentina Camen
Valentina Camen
7 mesi fa

Quante pagine più o meno dovrebbe avere un e-book? Sembra assurda la domanda, ma per me un e-book non è ptoprio un libro (che leggi sul Pc o cellulare), ma una guida. Quindi immagino che una media di 30 pagine sia vincente, dico giusto? Sbaglio?

Francesco
Francesco
5 mesi fa

Ottimo articolo Samuele! Spunti molto concreti e soprattutto pratici! I 1.000 iscritti che citi come base di clienti derivano da una vostra esperienza? O è il numero minimo per avere significatività statistica?
Grazie

Alberto Cabas Vidani
Admin
Alberto Cabas Vidani
5 mesi fa
Rispondi  Francesco

Ciao Francesco, perdona il ritardo nella risposta!

Con la seconda ci sei arrivato molto vicino. La significatività statistica è molto difficile da ottenere. Però il concetto è quasi quello.
Un buon tasso di apertura delle email è sul 30%. Quindi 300 persone su 1000 apriranno le tue email di vendita.
Di queste non tutte saranno interessate ad ogni prodotto o servizio. Quindi solo qualche decina acquisterà un prodotto che non sia quasi regalato.
Meno di così e non riesci a capire nulla.